Belgrado. Vučić e il paese dei sogni

ytali

proxyAleksandar Vučić e Ana Brnabić http://www.kurir.rs/

GIUSEPPE ZACCARIA
Un antico adagio dice che i sogni aiutano a vivere ma prima o poi diventano presa per i fondelli, specie quando vengono usati in politica, e nella vita pubblica serba il momento in cui avverrà questa trasformazione appare pericolosamente vicino. Un primo ministro capriccioso che si era sentito offeso dai fischi di un palasport e per questo ha convocato elezioni straordinarie che gli hanno fatto soltanto perdere la maggioranza assoluta, dopo aver incassato la mezza sconfitta ha rimuginato per quattro mesi sul nuovo governo da formare, poi finalmente ce l’ha fatta. E la cosa più sconcertante è che non si vedono differenze tranne che nel cambio di qualche nome e soprattutto nella designazione di Ana Brnabić a ministro per la pubblica amministrazione e le autonomie locali.

La novità consiste nel fatto che Brnabić non ha mai nascosto di essere una lesbica, anzi…

View original post 789 more words

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s